Lorem ipsum gravida nibh vel velit auctor aliquet. Aenean sollicitudin, lorem quis bibendum. Sofisticur ali quenean.

Blog

psiche

Li chiamano disturbi psicosomatici o sindromi da somatizzazione. Quando è “tutta colpa della psiche“. Qualcuno ci crede e qualcuno no. Tuttavia, sono ufficialmente riconosciuti anche dalla medicina classica. In molti casi, non trovano cura proprio perché la vera terapia deve avvenire nella mente di chi patisce il disturbo. Cosa sono? Te lo spiego bene in questo articolo. Sarà il primo di un mini-corso per ritrovare la salute psicofisica in tutti quei casi in cui il malessere dipende da stress o pensieri negativi.

Disturbi psicosomatici o idiopatici?

Ci sono alcune situazioni nelle quali un medico, pur con tutta la buona volontà e le competenze necessarie, non riesce a stabilire la causa del malessere di un paziente. Quando, nonostante tutti gli esami del caso siano negativi, il paziente continua a lamentare un disturbo cronico e che non accenna a migliorare, si classifica la patologia con l’aggettivo di “idiopatica”. Questo, fino a qualche anno fa, chiudeva il capitolo e significava che tale problematica non aveva alcuna causa e che, probabilmente, era una sensazione soggettiva del paziente senza alcun riscontro oggettivo o scientifico. Oggigiorno non è più così. I passi da gigante fatti dalla psicologia, e l’apertura mentale della medicina ufficiale verso le teorie psicologiche, ha dato un nuovo nome a questi disturbi: “malattie psicosomatiche”, ovvero prodotte dalla psiche. Quanto c’è di vero in questo? Molto.

Le malattie prodotte dalla psiche

Quando si parla di disturbi psicosomatici non intendiamo più “una sensazione del paziente per la quale non poter fare niente” ma attribuiamo al sintomo il giusto valore. Significa che la psiche sta cercando di comunicare qualcosa estrapolandolo la livello inconscio in cui è intrappolata e manifestandolo con un dolore vero e proprio. Qualche esempio?

  • molte cefalee, soprattutto quelle muscolo-tensive o a grappolo, spesso derivano da pensieri negativi, paure e ossessioni;
  • i disturbi digestivi, come ad esempio la gastrite cronica e il reflusso gastro-esofageo, sono in molti casi causati da nervosismo e dal dover affrontare per forza qualcosa che non si desidera;
  • patologie a carico della pelle come acne, eczema e dermatite atopica possono essere correlate a stress emotivo.

I casi principali

Fondamentalmente, le malattie prodotte dalla psiche e manifestate sul corpo sono queste. Il significato, e quindi il messaggio dell’inconscio da cogliere, è il seguente:

  • il mal di testa psicosomatico indica che si sta pensando troppo a qualcosa senza trovare una soluzione, ragion per cui l’unico modo di liberarsene è smetterla di accanirsi su quel pensiero, accettare la realtà e lasciar andare;
  • i disturbi digestivi indicano che si vive una situazione che non “si riesce a mandare giù” quindi è importante liberarsene;
  • eczemi, macchie e acne sulla pelle di tipo psicosomatico ordinano al paziente di rallentare i ritmi, riposarsi, cercare di diminuire lo stress “irritativo”, cioè tutte quelle situazioni che provocano ira, fastidio.

 

Nel prossimo articolo parleremo di come riconoscere una patologia psicosomatica ma una organica e quando, quindi, decidere di interrompere le indagini diagnostiche ufficiali e passare a un percorso con uno psicologo.

Leave a Comment: